www.traditio.net
Il sito italiano che abita in Scozia
Amanda traditio

REGALACI UN RICORDO!


Questa pagina non e' per i bambini di oggi, ma per quegli adulti, magari genitori o nonni, che hanno ancora, dentro di se' il ricordo di se' stessi bambini e non se ne vergognano!


Si cresce sempre prima di aver completato la propria infanzia, non si riesce mai ad arrivare all'eta' adulta dicendo:
"Mi sono divertito cosi' tanto che ormai non potevo far altro che crescere."
Ci sono sempre i rimpianti, le esperienze non completate o quelle completate troppo presto, il gioco che non piaceva e quello che, magari il meno costoso o speciale, magari il regalo ricevuto col formaggino, era stato invece il nostro preferito, ci aveva stupiti o incuriositi piu' di tutti gli altri.
Un trasloco, un cugino prepotente, un genitore un po' distratto e la nostra "Rosebud" (come in "Quinto potere") e' persa per sempre, insieme alla nostra gioventu', alla nostra infanzia.
In compenso rimangono dei ricordi indelebili che ci aiutano a farci sentire sempre bambini.
Quando si diventa adulti, genitori e professionisti, ci si mette una maschera spessa, spessa e si spazzano i ricordi che possono riportarci ad essere di nuovo bambini.
In queste pagine vorrei invitare i piu' coraggiosi a "regalarmi un ricordo", a confidarmi qualcosa di bello o di brutto che e' ancora vivo, la' in fondo al cuore.
Grazie fin d'ora per le lettere che mi manderete (se le manderete...).
Accanto ad ogni storia pubblicheremo il nome dell'autore, se lo vorra', altrimenti verra' rispettata la privacy.


RICORDI LEGATI ALLA PIADINA

Ricordi di E.D. legati alla piadina (dalla pagina della piadina)
Da ragazza andavo al mare sulla Riviera Romagnola, quando ci si divertiva ancora con poco. La sera ci si trovava alla Pizzeria "Il Gallo" (chissa' se esiste ancora) e per circa un'ora si discuteva sul da farsi, su come passare la serata. A volte si decideva di andare in discoteca, altre volte si andava in spiaggia, con la chitarra, altre volte si andava in moto, tutti insieme, sui colli di Rimini.
C'era un localino, all'aperto, dove si mangiava la piadina migliore della zona.
Risate, zanzare, sguardi ricambiati o non, occhio all'orologio per l'ora in cui i genitori ti aspettavano ed ecco che ti servivano la piadina: calda, appena sfornata, con delle enormi fette di prosciutto dolce di Parma oppure col salame e a volte anche il culatello. Ci si scambiavano gli assaggi e arrivava il silenzio.
Assaporavamo quella piadina con lentezza e piacere. A ripensarci sembra che non si potra' mai riassaporare quella piadina ed e' vero, perche' il condimento ultimo era la gioventu', che e ne e' andata.


11 Aprile 2001
IL MIO GIOCATTOLO PREFERITO


Ricordi di Carla di Milano
Simpatica la vostra iniziativa e l'anonimita' ...aiuta.
Sono una professionista nel campo dello sport, sono single convinta e sono felice.
Non sono di quelli che rimpiangono la propria infanzia, perche' mi sono goduta ogni anno della mia vita e mi e' piaciuto tutto cio' che ho fatto.
Quando, pero', ci ripenso, mi vengono in mente tanti bellissimi ricordi: abitavamo in campagna ed avevo tre fratelli piu' grandi di me. Essendo la piu' piccolina e femmina, ero coccolatissima. Ho avuto tanti bei regali e giocattoli, ma uno dei miei fratelli, un giorno, ruppe quello che amavo di piu': l'Ercolino sempre in piedi, quel bambolotto di plastica gonfiata, che, appunto, tornava sempre nella posizione originale.
Era una meraviglia, ma non mi venne mai sostituito. Cosa darei per riaverlo!!.
Non ho figli o fratellini o nipotini e lo vorrei tutto per me!


Aprile 2001
TITOLO


QUESTO SPAZIO ASPETTA IL TUO RICORDO!